La Grande Regina

0ff8539c3be4e5311d11e470ba1aacde.jpgIl faraone aveva il potere supremo sull’Egitto e anche la moglie principale, detta la grande regina, aveva un ruolo importante. Il figlio della grande regina aveva diritto al trono dell’Egitto. Se lei non aveva figli maschi, la primogenita ereditava il trono e sposava uno dei figli del faraone nato da un’altra moglie, dando così anche a lui il diritto al trono. Le regine d’Egitto avevano belle insegne regie. Indossavano abiti di lino di ottima qualità e avevano uno scettro dalla forma di giglio, la pianta sacra dell’Alto Egitto. Sulla parrucca portavano spesso un copricapo a forma di dea-avvoltoio, con le ali e gli artigli che scendevano lungo i lati del capo, oppure a forma di disco solare con lunghe piume d’oro. Alcune delle regine più famose vissero durante il periodo del nuovo regno che va dal 1550 al 1070 a.C. La regina più potente fu Hatschepsut; all’inizio regnò in Egitto per conto del figliastro che era troppo giovane per governare da solo, ma ben presto la regina assunse il totale controllo del Paese e regnò da monarca per circa vent’anni. Si presentava come un re, indossava una corona da faraone con uno speciale vestito di lino e la barba da cerimonia. Gli architetti della regina Hatschepsut costruirono per lei un tempio splendido sulla riva occidentale del Nilo, a Tebe, ora chiamato Deir el-Bahari. Quando il figliastro salì al trono con il nome di re Tuthmosis III, fece cancellare il nome e l’immagine della regina dalle costruzioni e dagli scritti, tentando così di rinnegare il suo regno. La regina Hatschepsut fu odiata dagli egiziani dei periodi successivi perché aveva usurpato il trono e il suo nome non fu mai incluso negli elenchi ufficiali dei governanti. Un po’ più tardi, nel 1390 a.C. circa, Amenhotep III regnò in Egitto. Egli scelse come sua grande regina la figlia del capo dei suoi guerrieri che combattevano sui carri. Questa regina si chiamava Tiye e il loro figlio Akhenaten. La moglie più importante di Akhenaten, quando egli divenne faraone, fu la regina Nefertiti. Alcuni pensano che la regina Nefertiti sia divenuta co-faraone di Akhenaten verso la fine del suo regno. Akhenaten non era molto apprezzato e, quando morì, il suo nome e il suo volto vennero cancellati da quasi tutti i monumenti; a Nefertiti fu riservato lo stesso destino del marito. Ramses II governò per circa sessantasette anni nel secolo XIII a.C., e per una parte del suo regno la regina Nefertari fu la sua grande regina. Le fu costruito un tempio ad Abu Simbel, dove la si vede mentre viene incoronata da Iside e Hathor, due divinità di grande importanza nella religione egiziana. Il suo tempio, come quello di Ramses II, fu spostato più in alto, lontano dalla zona che sarebbe stata allagata per via della diga di Assuan, costruita negli anni ’60. La tomba di Nefertari si trova nella Valle delle regine e contiene alcune tra le scene più belle che siano mai state dipinte.

da Primo incontro con la storia: L’antico Egitto, George Hart

La Grande Reginaultima modifica: 2008-07-04T11:35:00+02:00da mirrh
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “La Grande Regina

  1. io ho un libro che parla di nefertari e del suo re. si vocifera che il suo consorte soffrisse di una anomali genetica che gli aveva fatto venire le dita e gli arti molto lunghi…tu ne sai qualcosa,che sei ferrata nella storia?
    grazie in anticipo

Lascia un commento