La Colica Perfetta

In un albergo giapponese… Alle cinque del mattino mi sono svegliato. L’ho sentita arrivare all’improvviso, come una scossa di terremoto. Ero in una sorta di dormiveglia sofferente, mi pareva di stare male, mi rigiravo nel letto, non capivo fino a che punto stavo male davvero o lo stavo solo sognando, di stare male, poi ho preso la mazzata! La Colica … Continua a leggere

Diventare Cavaliere

“Allora, ti senti pronta per la cerimonia di domani?” Nihal divenne seria. “Credo di sì” disse. ‘Credo’ era la parola giusta. “Bene, allora sarai pronta anche per questo” disse Ido, poi sparì dietro la porta della stanza accanto. Ricomparve poco dopo con un fagotto di iuta, sotto il cui peso le sue gambe corte si piegavano. Lo buttò sul tavolo … Continua a leggere

Segui Il Tuo Sogno

Ho un amico di nome Monty Roberts che possiede una tenuta con allevamento di cavalli a San Ysidro. Mi lascia usare la sua casa per organizzare manifestazioni volte a raccogliere fondi per programmi a favore dei giovani a rischio. L’ultima volta che ero lì mi presentò dicendo: “Voglio spiegarvi perché lascio che Jack usi la mia casa. Tutto risale alla … Continua a leggere

Il Problema Del Quattro

Un giorno il numero quattro si stancò di essere pari. I numeri dispari, pensava, sono molto più allegri e spiritosi. E si stancò di quella sua forma un po’ insipida, a sediolina. Guarda il sette, si diceva, com’è svelto ed elegante, e il tre com’è tondo e arguto, e io invece sono tutto pieno di angoli e privo di personalità. … Continua a leggere

Un Nuovo Cavaliere

Nihal si avvicinò alla capanna di legno con titubanza. Non era affatto sicura di quello che stava per fare, anche se aveva riflettuto a lungo. Aveva paura. Proprio lei, che sul campo di battaglia non si lasciava mai prendere dal panico, che non temeva né la morte né le ferite. Piantala di fare la femminuccia. Ormai hai deciso. Entra e … Continua a leggere

Il Lato Sbagliato

La nostra natura è quella di credere nella nota “legge di Murphy”: tutto quello che facciamo tende ad andare male. Jean-Claude Carrière racconta una storia interessante a tal proposito. Un uomo stava facendo colazione tranquillo. All’improvviso, il pane che aveva appena finito di imburrare cadde sul pavimento. Immaginatevi la sorpresa quando, nel guardare in basso, vide che il lato su … Continua a leggere